ITEN
Home page > News > MARKET TALK: popolari, stanno colmando gap con banche blue chip

MARKET TALK: popolari, stanno colmando gap con banche blue chip

  MILANO (MF-DJ)--E' sempre puntata sui bancari, ed in particolare sulle popolari, l'attenzione degli investitori. Anche ieri i titoli quotati a piazza Affari hanno registrato forti rialzi. A detta di Maurizio Scataglini di Finlabo Sim intervistato da Mf-Dowjones "il movimento di questi due giorni delle popolari va inquadrato in un contesto positivo del settore bancario che da inizio anno sta guadagnando circa l'8% a livello europeo (indice Eurostoxx banks). Tra le banche europee si sono distinte quelle dei paesi periferici, soprattutto italiane e spagnole. Le migliori banche italiane fino a due giorni fa erano state quelle a maggiore capitalizzazione: in primis Intesa Sanpaolo, con un +20% da inizio anno, a seguire Ubi B., Mediobanca e Unicredit.

Erano rimaste indietro le banche popolari, penalizzate dai timori, poi avveratisi, di alcuni aumenti di capitale, come quelli annunciati poi dal B.Popolare e B.P.Milano. Si era quindi formata un'evidente forbice tra le blue chip bancarie e le popolari.
Questo gap e' stato parzialmente colmato in questi due giorni - prosegue l'esperto - quando le banche popolari hanno trovato impulso positivo da alcune notizie loro riguardanti, come la smentita da parte del management di B.P.E.Romagna su un futuro aumento di capitale, le voci di aggregazioni, la piu' probabile delle quali viene considerata quella tra la stessa Pop Emilia Romagna e BancaEtruria e la notizia che Ubs e' salita nel capitale del Banco Popolare di un 1,2% (da un 2,6% ad un 3,8%). Anche noi di Finlabo stiamo monitorando con interesse il tema delle banche popolari come possibile opportunita' di investimento di medio-lungo periodo, sia per i bassi multipli a cui quotano alcune di esse, sia per le possibili future implicazioni legate alle aggregazioni e alle ricapitalizzazioni. In particolar modo guardiamo con interesse a B.Popolare e a B.P.Milano anche se per il momento consigliamo prudenza poiche' entrambi gli istituti hanno annunciato un prossimo aumento di capitale, il cui effetto diluitivo per gli azionisti rischia di penalizzare i corsi nel breve periodo. Per quanto ci riguarda aspettiamo quindi gli sviluppi riguardanti le ricapitalizzazioni prima di prendere delle decisioni di investimento". 
marco.fusi@mfdowjones.it
 

 

© 2020 Finlabo SIM S.p.A. - All right reserved - All included contents are protected - Disclaimer - Site Policy - Privacy - Cookie policy - Credits Cone